Alla Domus del Chirurgo di Rimini archeologia a portata di bambino!

Pensate che l’archeologia sia un affare da grandi? Cari genitori vi sbagliate: non si è mai troppo piccoli per imparare divertendosi! E se visitare un’antica domus romana diventasse un’avventura indimenticabile per i vostri bambini?

visite

Questa è una proposta per un viaggio piccolo piccolo nello spazio ma lungo migliaia anni. Perché è un viaggio nel tempo! Si parte nel 2013 da piazza Ferrari a Rimini e si arriva ad Ariminum nel II sec d.C, quando un medico di nome Eutyches dalla sua bella villetta in riva al mare sentendo un gran frastuono si affacciò alla finestra e vide arrivare un’orda di barbari agguerriti con torce e spade. Da lì in poi la leggenda diventa archeologia e la si può toccare con mano visitando la Domus del Chirurgo, scavo archeologico tra i più famosi e importanti d’Europa.

Prima di mettere piede nella casa di Eutyches, però, armatevi di curiosità e studiate tutto quello che c’è da sapere sulla domus, in modo poter creare per i vostri figli la giusta atmosfera al momento della visita e soprattutto saper rispondere alle loro domande. Potete far riferimento al sito http://www.domusrimini.com, che approfondisce con dovizia di particolari i vari aspetti legati alla casa, al medico e ai reperti archeologici rinvenuti.

 

Si tratta di una domus di età tardo imperiale perfettamente conservata insieme ai resti di altri edifici di età posteriore. All’interno, è ancora ben visibile la pianta della domus grazie a frammenti murari che individuano l’architettura tipica dell’età tardo imperiale. I pavimenti delle stanze sono ricoperti di mosaici in ottimo stato di conservazione grazie al crollo dei soffitti che li ha protetti dal tempo. La casa, infatti, fu distrutta da un incendio appiccato dagli Alemanni dopo la metà del III secolo d.C.anello

Ma di chi era questa casa?

Il padrone di casa si chiamava Eutyches ed era un medico chirurgo come si evince da una scritta sul muro del cubiculum che recita “Eutyches homo bonus est”. Operava le ferite di guerra, riceveva i suoi pazienti in casa e a volte li ricoverava. Stabilire la natura della sua professione non è stato difficile: in casa è stato rinvenuto un corredo di 150 strumenti chirurgici che costituiscono la più ricca collezione chirurgica al mondo. Questi, insieme a un certo numero di suppellettili e oggetti decorativi sono conservati al Museo della Città.

grandangolo2

Un’idea interessante per vivere l’esperienza in famiglia è partecipare all’iniziativa “La Domus del Chirurgo in 3 D per la famiglia”, organizzata dal Comune di Rimini nel contesto del Mese delle famiglie il 10 novembre e il 15 dicembre 2013.

L’iscrizione costa 7 € e permette ai bambini dai 7 anni in su di seguire una visita guidata alla domus per poi partecipare a un laboratorio armati di colla e forbici. La cosa carina è che tutto ciò viene fatto in famiglia: i genitori partecipano alla visita e aiutano i figli nel laboratorio.

Tutte le info sull’iniziativa le trovate qui: http://www.museicomunalirimini.it/musei/museo_citta/domus_museo_citta/.

A questo punto, se decidete di trascorrere un “week end archeologico” a Rimini e sull’onda dell’entusiasmo per la Domus del Chirurgo avete voglia di un tuffo nel passato romano della città, ricordate che Rimini conserva monumenti di grande valore come l’anfiteatro romano, l’Arco d’Augusto e il Ponte di Tiberio. Potreste pensare a un vero e proprio percorso romano: per costruire un itinerario coerente potete servirvi del sito ufficiale dell’ente turistico http://www.riminiturismo.it/uWeb/main.php?elemId=113415&classId=10)

Pronti per un viaggio nel tempo? Ci vediamo ad Ariminum!

6 Comments

  1. l’archeologia non è affatto solo per i grandi, che bel post! i siti archeologici sono molto interessanti per i bambini, a patto – ma sarai d’accordo con me – di non fermarsi davanti ad ogni pietra e ogni coccio. un po’ come al museo. ai miei figli è piaciuta molto Olimpia e poi Micene , per non parlare dell’Acropoli. Ci vuole una guida o qualuno che ne sappia e anche i bambini ne saranno entusiasti. A Rimini non sono mai stata, devo proprio andarci! ciao!!!

  2. Ciao Clara! Vedrai che Rimini non ti deluderà, nemmeno fuori stagione. Con i bambini, se si affronta tutto in modo giocoso, anche i musei diventano parchi di divertimento… non trovi??

  3. Le visite guidate alla Domus sono interessanti sia per gli adulti che per i bambini, proprio per loro hanno creato un libretto con la storia di un ragazzino “marinaio” di Rimini per far conoscere tramite le avventure di questo personaggio adolescente la vita ai tempi dei romani. Di proposte e iniziative ne fanno molte, basta provare per credere!

  4. Il bello di Rimini è la versatilità di questa città che si presta come meta ideale per le vacanze estive al mare, per i viaggi del divertimento nei locali e nei parchi della Riviera, ma anche per gite culturali alla scoperta delle tradizioni e delle ricchezze storiche e artistiche che Rimini custodisce.

Leave a Comment

10 + sette =