Visitare Stoccolma con i bambini in pochi giorni: cosa fare e come organizzarsi

Stoccolma è una città bellissima e a misura di bambino e di famiglia. Lo stato sociale svedese aiuta ed agevola le famiglie, anche numerose, per cui mi sento di cuore di consigliare Stoccolma come città da visitare con i bambini, anche piccoli.

stoccolma con i bambini

Musei e locali pubblici sono sempre organizzati per accogliere i più piccoli e non sarà mai difficile trovare fasciatoi per cambiare i piccolissimi, così come nei ristoranti, anche in quelli più modaioli, troverete un’ampia disponibilità di seggioloni, per non parlare dei parchi giochi: ogni quartiere, quasi ogni isolato, ne ha uno. Sono tutti recintati, perché la filosofia nord europea (che io amo, se non si fosse capito!) è quella che i bambini, anche piccoli, giocano serenamente tra loro, mentre i genitori se ne stanno a parlare senza doverli costantemente controllare a vista come si usa invece in Italia.

Visitare Stoccolma con i bambini è piuttosto semplice e molto dipende dal tempo che avete a disposizione: se è poco e volete concentrarvi sulle attrazioni per bimbi, che però lasceranno anche voi a bocca aperta e col naso all’insù, dovete dirigervi verso l’isola di Djurgarden. Per l’alloggio, sono molto vivaci e ben collegati all’isola di Djurgarden i quartieri di Öestermalm, Gamla Stan o Sodermalm; sul sito HotelsCombined potete trovare alloggi a prezzi convenienti e adatti a ogni esigenza. Oltre ai posti segnalati in questo articolo, sulla mia app Mammaciporti a Stoccolma, diponibile per Android (qui) e iPhone/iPad (qui) trovate altre attrazioni e locali a misura di bambino, testati da noi!

Sull’isola di Djurgarden, a poca distanza l’uno dall’altro, intervallati da parchi che in estate sono di un verde quasi scintillante, troverete dei musei che sanno di magico e che sono ideali per conoscere e far conoscere ai vostri bimbi la città e la vita di Stoccolma in qualsiasi stagione dell’anno.

  • Junibacken: il museo delle favole svedesi, di Astrid Lindgren (l’autrice di Pippi), ma non solo. È un luogo affascinante dove  i vostri bimbi non vorranno più venir via. Il “trenino” è qualcosa di spettacolare, magico, indescrivibile e commovente insieme. Provatelo! Junibacken è un museo a misura di bambino, ma dove i grandi si sentiranno a loro agio, una sorta di ludoteca nel mondo delle fiabe.
  • Il Museo Vasa: costruito attorno ad una nave vichinga affondata il giorno del suo varo. La sua storia affascinerà i vostri bambini, così come il vedere la vita dell’epoca.
  • L’Acquario di Stoccolma, un piccolissimo acquario molto interattivo in cui i bimbi entreranno in contatto con il mondo marino.
  • Gröna Lunds, ovvero il parco divertimenti della città, sullo stile del mitico Parco Tivoli di Copenaghen.
  • Ultimo ma non ultimo, “lo” Skensen, il mitico museo all’aria aperta della vita e delle tradizioni svedesi. Un posto di cui io (che non sono proprio una bambina!) mi sono letteralmente innamorata. Ne ho scritto in questo articolo e, per me, è uno dei motivi per cui Stoccolma merita una visita.

L’isola di Djurgarden, collegata alla terraferma sia da uno splendido tram che dal battello Djurgarden (assolutamente accessibile coi passeggini!) ospita anche il museo degli Abba. Non non l’abbiamo visto, perché… eravamo con i bambini! Ecco: un altro motivo per tornare!

Leave a Comment

7 + 17 =